Lug26

''Educatori professionali si diventa nel gruppo, non davanti al pc''

Il direttore dell'Istituto Progetto Uomo: ''Siamo l'antitesi delle facoltà telematiche''

''Educatori professionali si diventa nel gruppo, non davanti al pc''

Parte da un’esperienza di gruppo, da una full immersion di 8 settimane l’anno per tre anni, la formazione degli educatori professionali sociali presso l’Istituto Progetto Uomo di Montefiascone. L’esperienza di vita e di apprendimento con gli altri rappresenta per l’istituto la sua peculiarità in quanto consente ai futuri educatori di affrontare correttamente la sfida educativa.

'Quando siamo nati, qualche anno fa, ci siamo organizzati in modo tale che sia i giovani diplomati sia gli studenti lavoratori potessero seguire i corsi. Da noi non c’è l’obbligo della frequenza settimanale ma abbiamo studiato una formula che prevede 8 settimane di frequenza l’anno che privilegiano le dinamiche di gruppo, di convivenza visto che poi l’educatore andrà a vive e lavorare con la relazione con l’altro. L’educatore professionale infatti non è un tecnico asettico ma è uno che si deve spendere nella relazione. In queste 8 settimane trattano materie pedagogiche psicologiche e mediche, filosofiche antropologiche tutto ciò che concerne la sfera dell’umano e dell’educazione dell’umano”. Spiega il direttore Nicolò Antonio Pisanu.

Il corso di laurea triennale in scienza dell’educazione per educatore professionale sociale prevede anche un tirocinio a casa di 500 ore. “Un tirocinio – continua il direttore Pisanu - molto serio, monitorato dalla nostra commissione e che mette gli studenti alla prova sul territorio”.

‘’Puntiamo molto sull’aspetto relazionale con gli studenti per questo – rivela ancora il direttore dell’Istituto Progetto Uomo - mettiamo a disposizione di ragazzi e docenti, 24 ore su 24,un monitore d’aula che è un educatore d’esperienza che si è laureato da noi, per consigli, orientamento, colloqui’’.

L’Istituto Progetto Uomo, Università Vaticana è affiliato all’Università Pontificia Salesiana.

“Essendo noi un’università straniera vaticana – spiega il direttore - il nostro è un baccalaureato. L’educatore professionale per sua natura nasce da scienza dell’educazione ma con una Riforma Bindi è diventata una laurea che può avere una doppia generazione: o scienza dell’educazione o interfacoltà con medicina. Noi siamo l’unico istituto universitario il cui titolo parte da scienza dell’educazione ma dà lo sbocco anche per il sanitario.

Noi siamo specializzati in questo la nostra è una laurea triennale, essendo noi un’università straniera vaticana, il nostro è un baccalaureato . E’ unica nel suo genere perché grazie a varie riforme l’educatore professionale che per sua natura nasce da scienza dell’educazione con una riforma portata avanti dalla bindi è diventata una laurea che può avere una doppia generazione: o scienza dell’educazione o interfacoltà con medicina. Noi siamo l’unico istituto universitario il cui titolo parte da scienza dell’educazione ma dà lo sbocco anche per il sanitario: educatore in ospedale nella rsa dentro un ambito socio sanitario. Oltre al corso per educatore sociale professionale abbiamo quello per per educatore della prima infanzia perché ora per lavorare negli asili nido ci vuole la laurea, per cui i nostri educatori frequentano il biennio e il terzo anno decidono se continuare con educatore professionale o educatore per l’infanzia’’.

Durante l’anno l’Istituto Progetto Uomo svolge corsi di aggiornamento per diverse professioni e ospita anche seminari. I più recenti hanno visto la partecipazione di Gianni Minà e del professor Franco Ferrarotti.

‘’Teniamo anche dei master – aggiunge il direttore Pisanu – in questo momento sono aperte le iscrizioni a quello sulla progettazione e gestione delle strutture per migranti”.

Tutte le informazioni si trovano sul sito www.istitutoprogettouomo.it

Posted in formazione

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT