Mag29

Droga: rapporto Emcdda, in europa 1 adulto su 4 l'ha provata

fonte: AGI

Droga: rapporto Emcdda, in europa 1 adulto su 4 l'ha provata

Sono 85 milioni, in pratica uno su quattro, gli adulti europei che hanno consumato sostanze illegali nel corso della loro vita. E' quanto emerge dalla Relazione europea sulla droga 2013 dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda), presentata a Roma in contemporanea con Lisbona (sede dell'Osservatorio) e altre capitali europee. Dai dati censiti nel 2011, emerge che la maggior parte degli europei che hanno usato sostanze stupefacenti, 77 milioni, ha consumato cannabis mentre si registrano cifre molto piu' basse per la cocaina (14,5 milioni), per le amfetamnine (12,7 milioni) e per l'ecstasy (11,4 milioni).

I livelli di consumo una tantum, tuttavia, variano in modo considerevole tra i diversi Paesi dell'Europa, passando da circa un terzo degli adulti in Danimarca, Francia e Regno Unito, a meno di uno su dieci in Bulgaria, Grecia, Ungheria, Romania e Turchia. La cannabis e' la sostanza con maggiori probabilita' di essere sperimentata da studenti europei. Nel 2011, infatti, secondo le indagini dell'Espad, la percentuale di adolescenti che hanno consumato cannabis almeno una volta nella vita e' passato dal 5% della Norvegia al 42% della Repubblica ceca. Complessivamente, la tendenza europea complessiva del consumo di cannabis tra gli studenti e' rimasto stabile dal 2007. Sempre nel 2011, l'Emcdda stima che siano stati 15,4 milioni di giovani europei tra i 15 e i 34 anni ad aver consumato cannabis negli ultimi dodici mesi. Osservando la popolazione adulta, circa l'1% di questa fascia di popolazione nei 22 Paesi europei, pari dunque ad almeno 3 milioni di persone, ha dichiarato di consumare cannabis quotidianamente o quasi. Piu' di due terzi di queste persone rientra nella fascia d'eta' 15-34 anni e sono principalmente di sesso maschile. Nel 2011, inoltre, la cannabis e' stata la seconda droga segnalata come primaria, dopo l'eroina, per i pazienti che si sono sottotitoli a trattamento. Cocaina, amfetamine ed ecstasy sono state, nel 2011, le droghe stimolanti piu' frequentemente consumate in Europa, con il sud e l'occidente del continente caratterizzati da una prevalenza della cocaina, quelli del nord e centrali distinti da una maggiore diffusione delle amfetamine e quelli dell'est nei qual prevale l'ecstasy. In assoluto, e' la cocaina lo stimolante piu' diffuso in Europa e dalla Relazione dell'Emcdda si evince che nel 2011 circa 2,5 milioni di giovani europei abbia consumato questa sostanza nell'ultimo anno. La cocaina viene inoltre indicata come droga primaria dal 14% dei pazienti che hanno avuto accesso a programmi di trattamento specialistico per la tossicodipendenza e dal 19% di quanti si sono sottoposti a trattamento per la prima volta. Quanto infine all'eroina, nel 2011 questa sostanza e' ancora l'oppiaceo piu' consumato in Europa (il 48% dei pazienti che si sono sottoposti a trattamento era consumatore di eroina) ed e' responsabile di una percentuale sproporzionatamente alta della mortalita' e della morbilita' dovuta al consumo di droga. Quanto alle tendenze, in Europa il numero generale dei nuovi pazienti eroinomani e' in calo, come dimostrato anche dalla diminuzione delle richieste di trattamento. Sul fronte dell'offerta, l'Emcdda rende noto che nel 2011 i sequestri di droghe hanno raggiunto la cifra di un milione, la maggior parte dei quali segnalata in Gran Bretagna e in Spagna.

fonte: AGI

Posted in dipendenze

Commenti (0)

Lascia un commento

LOGIN_TO_LEAVE_COMMENT