I Care

I care: “Natale 2012: La speranza vestita di stracci”

Percorsi, strade e ripercorsi … come in una passeggiata nella memoria, mi trovo ancora a percorrere le viuzze del mio piccolo paese, strade consumate di ricordi e nostalgia, di immagini di ieri e vita di oggi  … è quasi  Natale e non posso non ripensare alla gioia dei...

I care: Il mio incontro con il Cardinal Martini

A qualche giorno dalla scomparsa del cardinal Martini, ritorna in me prepotente il ricordo di quello che fu il “testamento spirituale” che mi lasciò nell’incontro avuto diverso tempo prima, quando, nel settembre 2010, ebbi la grazia di essere ricevuto da lui.Mi...

I care: “Agosto 2012, un’estate come tante…”

Agosto 2012, un’estate come tante, immagini, mare, sole …. tutto sembra apparentemente sorridere, incontri tra persone, conoscenti e non. Incontri che divengono sorrisi ….. come si farebbe in un giorno di festa, dinanzi al sagrato di una chiesa quando, gli auguri,...

I care: “Pasqua 2012”

PADRE, CHE MI FAI DONO DELL’ ISTANTE QUANDO UNA PRIMAVERA SI TRASFORMA IN ETERNA PRIMAVERA. ESSA, O PADRE, ACCENDE FARI NELL’ASSOLUTO FACENDOMI INTRAVEDERE I GERMOGLI SOTTESI, NASCOSTI, FORSE DIMENTICATI!   PADRE, CHE MI FAI DONO DELL’ ISTANTE QUANDO I COLORI DI CUI...

I care: “Appunti di viaggio”

  Scrivo queste righe di ritorno da un viaggio in Honduras, il secondo tra i Paesi più poveri del pianeta. E’ duro il compito di scrivere del nostro mondo del sociale mentre ho ancora impresse negli occhi e nella testa le immagini di un altro mondo, di una miseria...

I care: “Una lettera a me stesso”

Carissimo Don Mimmo, ti chiedo, per un attimo, di svestirti dai tuoi abiti da prete e di riprendere quelli della tua gioventù. Lo so che sei ancora giovane, ma vorrei chiederti: sei mai stato un giovane di quelli che tu e la tua Chiesa definite “lontano”? Hai mai...

I care: Natale, Dio ha sei miliardi di volti…

I care: Natale, Dio ha sei miliardi di volti…

Quest’anno il mio Presepe è ancora vuoto. C’è il paesaggio, il fiume, il cielo e la grotta con la natività, e  nient’altro. Non è esattamente vuoto, più che altro è spopolato. Non ci sono i pastori, gli zampognari, le pecorelle, gli angeli. Solo un paesaggio e un...

I care: “Giovani: tra fragilità e ricerca di senso”

I care: “Giovani: tra fragilità e ricerca di senso”

I giovani sono tornati. Con prepotenza, con continuità, con una vivacità sempre maggiore riprendono a riempire lo spazio dei nostri dibattiti pubblici, delle nostre trasmissioni di approfondimento, le pagine dei nostri giornali. I giovani sono tornati … ma non è che...

I care: “Giovani: tra fragilità e ricerca di senso”

I care: “Anch’io sono indignato…”

  Anch’io sono indignato e penso che l’indignazione debba trovare fiato, urla , parole. Non può restare chiusa segregata nei nostri discorsi da salotto, nei nostri diari personali. L’indignazione per essere fruttuosa deve essere condivisa, si deve trasformare in...

I care: “Giovani: tra fragilità e ricerca di senso”

I care: “L’ulivo: la preghiera dei poveri”

Dall'angolo più ridente della campagna matura e abbondante di meraviglie, il vento turba anche i raggi del sole che intrecciano brillanti sulle foglie più alte degli alberi.Tra essi una pianta, gigante- nano, che bara il passaggio ai cardellini in felice fuga....

I care: “Giovani: tra fragilità e ricerca di senso”

I care: “Marco Lucio…la tenerezza infinita”

Arrivai in Brasile, nella città di S. Paolo, alle prime luci dell’alba.I miei occhi avvolsero l’irregolare spazio che avevo davantiBalzò, immediato, il S. Paolo festoso, ricco, fatto di lustro e di immagine; un mondo incantevole e appagante anche per chi lo guarda.Mi...